La raccolta differenziata significa che diversi tipi di rifiuti vengono raccolti e riciclati separatamente. In Italia, la raccolta differenziata inizia dal consumatore, ovvero le famiglie devono smistare la spazzatura e metterla in bidoni e contenitori separati.

Spiegare la raccolta differenziata ai bambini aiuterà le generazioni future a ridurre sempre di più il consumo e lo spreco.

Indice dei contenuti

Una gran parte dei rifiuti generati in Italia viene riutilizzata e compostata, risparmiando risorse e proteggendo la natura. Tuttavia, l’industria del riciclaggio e i produttori di combustibili traggono vantaggio dai rifiuti e competono anche nelle loro attività. Ecco perché ci sono persone che dubitano dello scopo della raccolta differenziata. Evitare di creare rifiuti è, quindi, ancora il modo più semplice per prevenire l’aumento dei cumuli negli smaltimenti.

Se noi da bravi cittadini non ci prendiamo la cura di differenziare e a smaltire i rifiuti nel contenitore giusto, i dipendenti e il personale addetti allo smistamento presso gli impianti di riciclaggio, devono fare doppio lavoro e riordinare i rifiuti. Se noi invece separiamo tutto correttamente, questo sforzo in più può essere evitato, i costi diminuiranno e l’ambiente ne trarrà vantaggio.

Che cos’è la raccolta differenziata

In tutte le città, ci sono 5 diversi bidoni nelle vie e strade. In campagna, questi bidoni potrebbero essere un po più lontani e dovresti guidare in un posto più abitato per trovare tutti questi bidoni. In alternativa, puoi attendere la prossima data di ritiro e conservare i rifiuti differenziati, pre es. nel tuo garage o in cantina fino ad allora.

Puoi sapere quando viene ritirata la spazzatura nel cosiddetto “calendario dei rifiuti”, che viene consegnato alla tua casella di posta una volta all’anno, puoi anche ottenere il calendario dal municipio. In alternativa, puoi cercare online il calendario dei ritiri dei rifiuti del tuo posto.

I bidoni della raccolta differenziata disegno per bambini

In ogni cassonetto possono essere gettati solo alcuni tipi di rifiuti:

Bidoni marroni

Sono quelli usati per l’umido organico. I rifiuti organici, detti anche “umido”, mischiati con gli scarti di giardino e delle potature, possono diventare compost: un concime naturale che non inquina e che viene usato fin dai tempi antichi.

Nel bidone dell’umido possiamo gettare:

  • Scarti della verdura dalla cucina
  • Avanzi di frutta come tuorli o buccie
  • Gusci d’uovo
  • Pane marcio
  • Filtri di te e fondi di caffè
  • Salviette di carta usate e umide

Bidoni blu

Sono quelli della carta. Sicuramente tutti sanno come si fa la carta. Si tagliano gli alberi, si lavorano, si consuma energia e tanta acqua. Siccome gli alberi sono essenziali per la vita sulla terrra, ci danno ossigeno e proteggono alcune specie di animali, è molto importante ridurre al minimo gli sprechi di carta. Quindi riciclare la carta ha molti vantaggi: prima di tutto si riducono i rifiuti, perchè la carta è uno dei rifiuti principali in tutto il mondo. Risparmiamo gli alberi che ci fanno respirare. Ed infine riduciamo il consumo di acqua e elettricità che si usano per produrre fogli e altri tipi di carta che usiamo tutti i giorni.

Nel bidone della carta possiamo gettare:

  • Imballaggi/scatole per alimenti e prodotti vari
  • Carta, cartoni, giornali, rivista e libri

Non possiamo gettare:

  • Carta oleata
  • Carta plastificata
  • Tetrapak

Bidoni verdi

Sono quelli usati per il vetro. Il vetro è un ottimo materiale perchè si puo riciclare all’infinito. Il bicchiere che usi per bere l’acqua può essere stato il vetro di una finestra qualche tempo fa. In alcuni paesi europei esistono diversi bidoni per riciclare diversi colori di vetro.

Nel bidone del vetro possiamo gettare:

  • Bottiglie
  • Vasi
  • Barattoli
  • Bicchieri
  • Vetro dalle finestre

Non possiamo gettare:

  • Ceramica

Bidoni gialli

Sono quelli usati per la plastica. Come gia sappiamo, la plastica si può usare per creare tanti tipi di oggetti, tra cui anche indumenti. Esistono diversi tipi di plastica e sono quasi tutti riciclabili. Siamo anche a conoscenza del problema dell’inquinamento dei mari per colpa della plastica, per questo è importante che ci occupiamo del riciclaggio di essa.

Nel bidone della plastica gettiamo:

  • Bottiglie e flaconi
  • Vaschette per alimenti
  • Vasetti di yogurt
  • Plastiche di tipo PET, PE, PVC

Bidoni grigi

Sono usati per rifiuti misti, ovvero per la raccolta indifferenziata, o secco. Questo bidone è usato per tutti i tipi di rifiuti che non possono essere riciclati.

Che cos’è il riciclaggio

Simbolo del riciclaggio

Riciclare significa trasformare i rifiuti in qualcosa di nuovo. Ogni volta che si butta via qualcosa, viene mandato in discarica. Sempre più rifiuti vengono accumulati in cima fino a quando non sono troppo pieni e per questo discarica deve essere chiusa.

Si possono riciclare cose di ogni genere. Alcuni dei processi più comuni utilizzati oggi per il reciclo di:

  • Plastica
  • Bicchieri
  • Metalli
  • Elettronica
  • Computer e accessori
  • Tessile
  • Giornali e riviste
  • Cartone

Lattine di soda, bottiglie d’acqua e di plastica, cartoni di latte in tetrapac, giornali, scatole di cereali e vecchi computer sono solo alcuni degli oggetti comuni che vengono riciclati ogni giorno. Se tutti noi dovessimo riciclare solo pochi articoli al giorno che buttiamo via, possiamo fare molto per migliorare l’ambiente per il nostro futuro e per le generazioni future.

Come si fa il riciclo

Ci sono molti processi utilizzati oggi per riciclare tutti i tipi di rifiuti. Di seguito sono elencati alcuni esempi su come materiali specifici vengono riciclati ogni giorno.

Elettronica

riciclaggio e raccolta differenziata di elettronici

Uno dei dispositivi elettronici più comunemente riciclati sono i vecchi computer. Si riciclano anche cose che hanno a che fare con i computer come CD usati,  parti del computer, monitor e stampanti. Le apparecchiature che non funzionano più vengono smontate e il vetro, il metallo e la plastica vengono riciclati negli appositi luoghi di riciclaggio.

Ma le attrezzature che possono essere riutilizzate vengono rinnovate e rivendute, che fa sempre parte di un metodo di riciclaggio.

I rifiuti elettronici, sono solo il 2% della spazzatura Italiana, ma è il 70% dei nostri rifiuti tossici! Riciclare computer e altri dispositivi elettronici è fantastico per il pianeta!

Plastica

riciclaggio e raccolta differenziata della plastica

Le bottiglie di plastica da riciclare vengono raccolte dai punti di riciclaggio e nei cassonetti per la raccolta differenziata del tuo quartiere. Le bottiglie vengono portate via in grossi camion per essere smistate e frantumate in grossi blocchi di plastica.

I blocchi possono essere larghi alcuni metri e vengono portati a un fattore di riciclaggio. Sono tagliati in piccoli fiocchi di plastica – che assomigliano a dei granuli di mais piccoli e colorati. I fiocchi vengono lavati e asciugati e portati per essere sciolti e trasformati in nuovi oggetti di plastica.

Una bottiglia di plastica riciclata può far risparmiare tanta energia quanta ne serve per tenere accesa una lampadina da 60 watt per sei ore! Inoltre, le vecchie bottiglie di plastica possono essere trasformate in nuovi prodotti come parti di automobili, moquette e vestiti.

Carta

riciclaggio e raccolta differenziata della carta

Riviste e giornali usati vengono raccolti presso i punti di riciclaggio della carta e portati nelle cartiere. Viene raccolta anche carta bianca, come quella degli uffici, ma si tratta di un tipo diverso di carta e viene riciclata separatamente.

Nella cartiera, grandi nastri trasportatori alimentano la carta usata nell’impianto di preparazione della fibra. Acqua e prodotti chimici vengono mescolati con la vecchia carta e trasformati in polpa. Questo elimina l’inchiostro e altri contaminanti dalla carta. Il risultato è una carta molliccia e pastosa chiamata polpa.

La polpa viene iniettata tra fogli di rete metallica per formare un foglio di carta umido. Questo è essiccato e la nuova carta è fatta di carta riciclata. Dopo che si è asciugata, la carta viene lucidata e arrotolata in grandi bobine. Alcuni di questi sono larghi 10 metri e pesano fino a 30 tonnellate! Le bobine di carta vengono tagliate in piccoli formati e vendute alle aziende che necessitano di carta per i loro prodotti.

Bottiglie di vetro

riciclaggio e raccolta differenziata del vetro

Il vetro è particolarmente importante da riciclare perché non si decomporrà mai nelle discariche. Ecco come può essere riciclato:

Le bottiglie di vetro vengono gettate nei cassonetti per il riciclaggio e il vetro viene raccolto in camion e portato in un impianto di trattamento del vetro. Il vetro è ordinato a mano per colore e lavato per eliminare i contaminanti. Le bottiglie di vetro vengono frantumate, fuse e modellate in nuovi vasetti e bottiglie.

Il vetro viene rispedito ai negozi in nuovi prodotti per essere riutilizzato.

Il vetro non si degrada attraverso il riciclaggio, quindi può essere utilizzato all’infinito. Inoltre, le vecchie bottiglie di vetro possono essere utilizzate per nuovi prodotti come i mattoni o per altri usi decorativi.

Alluminio

riciclaggio e raccolta differenziata del'alluminio

I consumatori gettano le lattine di alluminio nei cassonetti per il riciclaggio. L’alluminio viene raccolto in camion e portato in uno speciale impianto di trattamento dell’alluminio. Le lattine di alluminio e altri oggetti vengono smistati e puliti. Viene rifuso e trasformato in alluminio liquido. Questo rimuove i coloranti e i rivestimenti.

L’alluminio viene trasformato in blocchi giganti chiamati lingotti. Ogni lingotto contiene circa 1,6 milioni di lattine di alluminio. I lingotti vengono spediti ai laminatoi dove vengono srotolati; questo fornisce all’alluminio maggiore resistenza e flessibilità. I fogli di alluminio riciclato vengono quindi modellati in nuovi contenitori, come lattine, imballaggi per alimenti e involucri di cioccolato.

In poche settimane i prodotti in alluminio riciclato tornano nei negozi e sono pronti per essere nuovamente venduti.

La maggior parte della bauxite utilizzata per produrre lattine di alluminio viene estratta dalle foreste tropicali. Quindi riciclare l’alluminio salva le nostre preziose foreste pluviali!

Vecchi indumenti e oggetti

Ci sono molti enti di beneficenza che hanno bisogno del tuo aiuto. Molti paesi in Africa sono molto poveri e i bambini che vivono lì non hanno molto. Molti di loro non hanno nemmeno abbastanza soldi per i libri di scuola o per i vestiti nuovi!

Donando i tuoi vecchi vestiti, giocattoli, libri e matite a enti di beneficenza come la EAC, si riducono i rifiuti e si aiuta qualcun altro che ne ha bisogno.

Molte scuole si occupano di questo tipo di problema e organizzano fiere di beneficienza a scuola per raccogliere soldi o vestiti e oggetti usati per poi passarli ad un ente di beneficenza.

L’importanza delle 3 ERRE

Il riciclaggio è una delle soluzioni più visibili per diminuire il numero dei rifiuti, ma non fa miracoli. Se vogliamo vivere su un pianeta sostenibile, dobbiamo fare un passo avanti e rispettare la regola delle 3R. Questa proposta di consumo responsabile, divulgata dall’ONG ambientalista Greenpeace, si basa su tre principi:

Riduci: dobbiamo ridurre al minimo il nostro impatto sull’ambiente producendo meno rifiuti (plastica, scorie nucleari, emissioni di CO2, ecc.).

Riusa: bisogna abituarsi a prolungare la vita utile di oggetti e materiali dando loro una seconda possibilità.

Ricicla: quando non puoi ridurre la quantità di rifiuti o riutilizzarli per un altro scopo, scegli di riciclarli.

Giochi e attività per bambini sulla racolta differenziata e il riciclo

Insegnare ai bambini come riciclare in giovane età nella scuola primaria è essenziale per acquisire questa abitudine e praticarla per tutta la vita. Sia a casa che a scuola, le attività di riciclo possono essere sviluppate per i bambini attraverso giochi, canzoni e progetti di artigianato che rendono più facile e divertente l’apprendimento delle 3R. Ecco alcuni esempi di cosa si può fare per spiegare ai bambini la raccolta differenziata e farli capire l’importanza di esso.

  Disegna i diversi contenitori per il riciclaggio

È l’ideale per i più piccoli per imparare a distinguere i bidoni della spazzatura (carta, vetro, plastica, ecc.). Quando possono essere stampati su carta, si possono identificare, capire meglio le loro forme, colori e usi.

  Crea giocattoli con i rifiuti

Questa attività incoraggia il riutilizzo. Inoltre, i bambini apprendono le proprietà e le possibili applicazioni dei materiali e sviluppano la loro immaginazione e creatività creando, ad esempio, pupazzi con calzini o case con scatole da scarpe.

  Premi per il riutilizzo di oggetti riciclabili

I premi per il raggiungimento di obiettivi di riciclaggio, come la raccolta di un certo numero di batterie o tappi di bottiglia, sono efficaci, soprattutto, tra i bambini leggermente più grandi.

  Videogiochi sul riciclaggio

Ci sono giochi per PC e smartphone che promuovono la sensibilità ambientale. Puoi trovarli anche online, cercando in Internet.

  Cartoni animati che promuovono il riciclaggio per i bambini

Su YouTube ci sono episodi di serie animate per bambini che sensibilizzano i bambini sull’importanza del riciclaggio.

  Storie per bambini sul riciclaggio

Ci sono molti libri per bambini, che, oltre a divertire e incoraggiare la lettura, promuovono il riciclaggio tra i minori.