Il disturbo dello spettro autistico (ASD – Autism Spectrum Disorder) è una condizione del cervello che colpisce il modo in cui qualcuno percepisce il mondo e comunica con gli altri. Ci sono anche comportamenti limitati e ripetitivi che possono essere associati al disturbo dello spettro autistico. Il disturbo dello spettro autistico è caratterizzato da un ampio spettro di sintomi e gravità.

Il disturbo dello spettro autistico copre condizioni che non erano precedentemente classificate come separate. Questi includono il disturbo di Asperger, il disturbo disintegrativo dell’infanzia, il disturbo dello spettro autistico e un tipo non specificato di disturbo pervasivo dello sviluppo.

Alcune persone usano ancora il nome “malattia di Asperger”, che è generalmente considerato come una versione lieve.

Indice dei contenuti

Autismo infantile

Il disturbo dello spettro autistico può iniziare nell’infanzia e portare a problemi sociali, educativi e occupazionali. Il disturbo dello spettro autistico è spesso osservato nell’infanzia entro il primo anno.

Una piccola percentuale di bambini sembra svilupparsi normalmente nel primo anno, per poi passare attraverso un periodo di regressione tra i 18 ei 24 mesi di età quando sviluppano i sintomi dell’autismo.

Non esiste una cura, ma un trattamento intensivo dall’infanzia può fare la differenza nella vita e nella salute di molti bambini con autismo.

Come riconoscere un bambino autistico

A volte, i bambini con l’autismo sviluppano capacità comunicative ma poi regrediscono tra i 12 e i 24 mesi. Un esempio è quando un bambino smette di usare parole come “mamma” o “papà” e smette di comunicare con gli altri. Un altro esempio è quando un bambino perde la capacità di usare il linguaggio o smette di giocare a giochi che prima gli piacevano, come cucù, torta di mele o salutando con la mano. La regressione è un segno di autismo.

  • Monitora lo sviluppo di tuo figlio. L’autismo può comportare una serie di ritardi nello sviluppo. Tenere d’occhio come e quando tuo figlio sta raggiungendo traguardi chiave nello sviluppo sociale, emotivo, cognitivo e comportamentale è un ottimo modo per identificare il problema in anticipo. Sebbene i ritardi nello sviluppo non indichino necessariamente l’autismo, possono essere un indicatore di un aumento del rischio.
  • Sii preoccupato se ti senti preoccupato. Ogni bambino impara al proprio ritmo. Non devi farti prendere dal panico se tuo figlio non è ancora in grado di parlare o camminare. Non c’è nessuno “tipico” quando si tratta di uno sviluppo sano. Tuttavia, se tuo figlio non raggiunge i traguardi a un’età adeguata o sospetti che possa esserci un problema, parla immediatamente con il medico di tuo figlio. Non aspettare.
  • Non accontentarti di aspettare e guardare. Molti genitori preoccupati sentono “Non preoccuparti” o aspettano e guardano il loro bambino. Ma non è la cosa migliore da fare. Potresti perdere tempo prezioso in un momento in cui tuo figlio ha le maggiori possibilità di fare progressi. È improbabile che i bambini con ritardo dello sviluppo, indipendentemente dalla loro causa, “crescano” dai loro problemi. Tuo figlio potrebbe aver bisogno di ulteriore aiuto o trattamento mirato per migliorare le sue capacità nell’area in cui è in ritardo.
  • Fidati del tuo istinto. Il medico di tuo figlio dovrebbe considerare le tue preoccupazioni e fare una valutazione completa per l’autismo. A volte, anche i medici più intenzionati trascurano le bandiere rosse o sottovalutano i problemi. Continua ad ascoltare la tua testa se senti che sta dicendo la verità. Cerca una seconda opinione, fissa un appuntamento o chiedi di essere indirizzato a uno specialista della crescita infantile.

Essere un genitore è il posto migliore per rilevare i primi segni premonitori dell’autismo. Conosci tuo figlio meglio di chiunque altro e puoi vedere stranezze e comportamenti nel tuo bambino che un pediatra potrebbe perdere.

Il medico di tuo figlio può essere un amico prezioso, ma bisogna considerare che il loro lavoro è delicato e non sempre riescono a capire da subito se un bambino è autistico. Quindi non trascurare il valore delle tue osservazioni. Imparare a comprendere i sintomi del tuo bambino ed evitare le insidie ​​comuni è fondamentale.

Sintomi di un bambino autistico

I segni e i sintomi del disturbo dello spettro autistico variano a seconda di quali aspetti di un individuo vengono presi in considerazione. L’età è uno di questi aspetti.

Ci sono segni che potrebbero indicare un ritardo nello sviluppo di un bambino. Questo può essere confuso con qualcos’altro negli adulti. Questi segni si possono trovare anche nel comportamento di un unico individuo, non correlato all’autismo.

Oppure si può notare che un bambino autistico inizia a parlare più tardi, ma questo non vale per tutti. Molti bambini riscontrano tratti autistici nell’età tenera ma si confondono con altre cause normali.

In seguito sono elencati alcuni possibili sintomi a cui puoi dare attenzione per capire se il tuo bambino è autistico:

Sintomi autismo a 3 mesi

Subito dopo la loro nascita, i bambini iniziano a reagire e ridere a tutti quello che li circondano. A 2 mesi di età, i bambini possono iniziare a prestare attenzione quando vedono i volti.

Potrebbe essere un’indicazione di disturbo dello spettro autistico se il bambino non reagisce così tanto o non sorride così spesso o non mostra alcun calore.

Puoi anche vedere i seguenti segni quando il tuo bambino ha 3 mesi:

  • Non risponde ai rumori forti
  • Non afferra gli oggetti
  • Non segue gli oggetti con gli occhi
  • Non balbetta
  • Non presta attenzione quando vede facce nuove

Sintomi autismo a 12 mesi

Puoi osservare i seguenti segnali di avvertimento quando il tuo bambino compie un anno:

  • Non si interessa agli oggetti
  • Non gattona
  • Non dice certe parole
  • Pochi riflessi
  • Non indica a oggetti
  • Non risponde al suo nome
  • Non sta dritto quando supportato
  • Non balbetta

Sintomi autismo a 2 anni

Se il tuo bambino di 2 anni sembra essere alle prese con le tappe dello sviluppo e non si sta sviluppando a un ritmo normale, potrebbe essere il momento di cercare segni di malattia dello spettro autistico.

I sintomi lievi potrebbero essere erroneamente considerati timidezza o “terribili 2 anni“. Se a 2 anni non parla ancora, molte possono essere le cause oltre all’autismo.

Ecco alcune bandiere rosse che potrebbero indicare ritardi di autismo in un bambino di 2 anni:

  • Dice non più di 15 frasi
  • Non può camminare (o camminare in punta di piedi)
  • Non conosce le funzioni e gli usi di oggetti di casa come le forchette
  • Non cerca di copiare o imitare le azioni, le parole e il comportamento dei genitori
  • Non utilizza oggetti per i propri fini
  • Non sa seguire semplici istruzioni

Sintomi autismo a 3 anni

Alcuni segni possono diventare meno evidenti man mano che il bambino invecchia diventa sempre più chiaro di quanto non fosse all’inizio. Per comprendere meglio i progressi di tuo figlio, puoi controllare le tappe dello sviluppo per vedere se sono indietro.

Queste sono alcune bandiere rosse sull’autismo nei bambini di 3 anni:

  • Preferisce stare da solo
  • Non è in grado di capire la comunicazione a turno
  • Abilità linguistiche e linguaggio ritardato
  • Non risponde quando viene chiamato
  • Evita il contatto visivo
  • Esegue movimenti ripetitivi
  • Ha difficoltà ad esprimersi
  • Non capisce i sentimenti degli altri
  • Non ama socializzare e interagire
  • Non risponde correttamente alle domande
  • Non fa battute
  • Piccoli cambiamenti nella routine possono causare turbamento
  • Ripetizione di quanto detto da altri
  • Non è interessato a fare amicizia
  • Interesse ossessivo per determinati argomenti
  • Gli piacciono le parti di alcuni oggetti, come il filatoio
  • Non fa espressioni facciali
  • Non usa gesti come salutare

Differenza sintomi dell’autismo tra bambini maschi e femmine

L’autismo può avere una varietà di sintomi, che vanno da lievi a gravi. Tuttavia, non esiste un elenco coerente per ogni bambino. A parte il fatto che i bambini maschi con disturbo dello spettro autistico sono quattro volte più comuni delle bambine, è possibile descrivere i sintomi classici in modo più specifico per i ragazzi.

Entrambi hanno gli stessi sintomi. Tuttavia, le ragazze autistiche possono:

  • Essere più tranquille
  • Possono nascondere meglio i loro sentimenti
  • Eccellente nell’imitare i comportamenti sociali.

Questo può rendere le menomazioni più sottili di quanto non lo siano nei maschi. Gli insegnanti riferiscono anche che i tratti dell’autismo nelle femmine sono meno comuni di quanto non lo siano nei ragazzi.

È importante ricordare che non significa che tutti i bambini con autismo abbiano tutti i segni. Molti bambini con autismo potrebbero non avere tutti i sintomi o segni. La valutazione professionale dell’autismo è cruciale.

Ci sono alcune pietre miliari dello sviluppo che i bambini possono raggiungere per quanto riguarda le loro abilità linguistiche e sociali. Queste pietre miliari sono importanti per i genitori e insegnanti. Dovrebbero essere lì per il bambino/a durante i primi anni della loro vita.

Sono anni importanti per un intervento anticipato. Tuttavia, un traguardo ritardato o mancato non indica necessariamente l’autismo. Potrebbe semplicemente essere un indicatore di un ritardo nello sviluppo.

Come comportarsi con un bambino autistico da genitori

Ti starai chiedendo come saranno i prossimi passi se a tuo figlio viene diagnosticato un disturbo dello spettro autistico. La diagnosi di ASD può essere spaventosa per i genitori perché non sanno cosa fare con il loro bambino.

È possibile che tu non sia sicuro di come aiutare tuo figlio o che sia confuso da consigli di trattamento contraddittori. Potrebbe esserti stato detto che l’autismo è una condizione incurabile per tutta la vita. Questo può lasciarti preoccupato che non farai alcuna differenza.

Sebbene l’autismo non sia qualcosa da cui una persona “cresce”, ci sono molte opzioni di trattamento che possono aiutare i bambini ad apprendere nuove abilità e superare gli ostacoli allo sviluppo.

Ci sono molte opzioni disponibili per aiutare tuo figlio con i suoi bisogni speciali. Questi includono terapia comportamentale a domicilio, programmi scolastici e servizi governativi gratuiti.

È importante prendersi cura di se stessi quando si prende cura di un bambino con autismo. Puoi essere il miglior genitore per tuo figlio se sei emotivamente forte. Questi suggerimenti per i genitori renderanno la vita più facile ai bambini autistici.

Come approcciarsi con un bambino autistico

Non ci sono regole ferree su come approcciarsi con un bambino con autismo. Molti membri della famiglia hanno avuto successo usando questi suggerimenti:

  • Sii paziente. Un bambino con autismo spesso ha bisogno di più tempo per elaborare le informazioni. Parlare con i bambini con autismo potrebbe richiedere di rallentare. Potresti trovare utile fare lunghe pause.
  • Il bambino dovrebbe imparare ad esprimere la propria rabbia senza essere aggressivo. I malati di ASD non dovrebbero sentirsi intrappolati dalle loro frustrazioni e rabbia.
  • Sii persistente, ma sii resiliente. Non lasciare che le tue emozioni si feriscano se il bambino non risponde come vorresti. L’autismo può causare ai bambini difficoltà nel controllare e mostrare le emozioni. Possono essere schietti nelle loro risposte. Questo non dovrebbe essere preso sul personale.
  • Sii positivo. I bambini con autismo rispondono bene al rinforzo positivo. Il buon comportamento dovrebbe essere premiato e discusso spesso. Per un buon comportamento, sii generoso con i complimenti.
  • Evita comportamenti irritanti che attirano l’attenzione. Un bambino con autismo a volte può agire in modo cattivo per attirare la tua attenzione. A volte, è meglio ignorare il comportamento. Premia il bambino per il buon comportamento e parlagli spesso.
  • Impegnati nell’attività fisica. I bambini con autismo hanno tempi di attenzione brevi. Questo è particolarmente vero per la comunicazione. Potrebbe essere un modo più divertente per trascorrere del tempo con i tuoi bambini correndo e giocando all’aperto. Permetterà loro di rilassarsi e sentirsi più calmi.
  • Sii amorevole e rispettoso. I bambini con autismo hanno bisogno di un abbraccio tanto quanto qualsiasi altro bambino. A volte, lo richiedono più degli altri bambini. Tuttavia, ad alcuni bambini non piace essere toccati. Anche il contatto leggero può essere angosciante. Rispetta il loro spazio. Non costringere i bambini ad avere affetto fisico.
  • Mostra il tuo affetto e interesse. I bambini con autismo potrebbero avere difficoltà a mostrare le proprie emozioni. I bambini con ASD possono avere difficoltà a mostrare i propri sentimenti. Tuttavia, devono sapere che li ami. Fai del tuo meglio per mostrare il tuo amore e supporto mostrando la tua cura, preoccupazione e compassione.
  • Impara da loro. I talenti unici e le esigenze speciali di tuo figlio possono aiutarti a vedere il mondo in modo diverso. Non importa quanto sia difficile, puoi comunque rilassarti, ridere e goderti il ​​dono unico di tuo figlio. Questo porterà molte ricompense sia a te che ai tuoi cari.
  • Credici. Un bambino con autismo, nella sua forma più semplice, è un bambino. È un bambino a sé stante, con molte possibilità sconosciute. Credi in ciò che tuo figlio può realizzare. Non dovresti cercare di definire il bambino con una diagnosi.
  • Prenditi del tempo per te stesso. Puoi unirti ai gruppi di sostegno dei genitori. Puoi anche chiedere ai tuoi amici e familiari di prendersi cura di tuo figlio, così puoi ricaricarti. Puoi anche chiedere aiuto a consulenti scolastici e psicologi.

Come catturare l’attenzione di un bambino autistico

Non è raro che i bambini abbiano difficoltà a prestare attenzione, soprattutto quando sono giovani, accalcati, stanchi o non si sentono bene.

I bambini che sentono di non essere in grado di svolgere il compito, non riescono a stare fermi troppo a lungo o sono distratti da altre cose possono rendere le cose difficili.

Alcuni bambini autistici possono trovare difficile prestare attenzione e tenere gli occhi sulle cose che non gli piacciono. Le attività che richiedono un’attenzione condivisa includono la lettura con un insegnante, la risoluzione di un puzzle o il camminare in sicurezza per strada.

I bambini autistici possono essere in grado di concentrarsi per lunghi periodi sulle cose che amano. Alcuni bambini sono molto bravi a chiudere altre persone.

Un bambino autistico appassionato di treni può essere in grado di concentrarsi abbastanza a lungo da allestire i binari. Potrebbe essere difficile per il bambino spostare la sua attenzione su altri compiti, o prendere segnali.

È possibile per i bambini autistici possono imparare a prestare attenzione e migliorare le proprie capacità con la pratica. Queste strategie e idee possono aiutarti a migliorare la capacità di attenzione di tuo figlio con autismo:

  • Scegli attività interessanti che abbiano obiettivi chiari
  • Le istruzioni efficaci sono essenziali
  • Parla e gioca
  • Compiti del modello
  • Prepara tuo figlio alle transizioni

Quando i bambini autistici lavorano sulla loro capacità di prestare attenzione, possono aiutarli a cooperare ed evitare comportamenti problematici.

Il gioco è uno dei modi migliori per aiutare i bambini ad apprendere e sviluppare abilità, comprese le abilità per prestare attenzione. Puoi utilizzare le strategie di seguito come parte del gioco quotidiano con tuo figlio.

Come giocare con un bambino autistico

Non è insolito che i bambini giochino da soli di tanto in tanto. Tuttavia, passano rapidamente al “gioco parallelo”, in cui più di un bambino può essere coinvolto nella stessa attività (ad esempio due bambini che colorano nello stesso identico libro da colorare).

La maggior parte dei bambini gioca insieme all’età di due o tre anni e spesso condividono un’attività o interagiscono per raggiungere un obiettivo.

I bambini affetti da autismo spesso rimangono “bloccati” nelle prime forme di gioco solitario, o si impegnano in attività senza alcun significato o scopo apparente.

Questi scenari possono essere familiari ai genitori di neonati o bambini piccoli nello spettro autistico:

  • Il bambino sta nel cortile, lanciando terra, sabbia e foglie in aria senza motivo
  • Lo stesso puzzle viene completato da un bambino più e più volte nello stesso modo
  • I bambini impilano gli oggetti allo stesso modo dei loro genitori e poi li abbattono o si arrabbiano quando vengono abbattuti dagli altri
  • Il bambino sistema i giocattoli nello stesso modo più e più volte, senza un significato chiaro.

Man mano che i bambini autistici invecchiano, le loro capacità aumentano. I bambini con autismo che sono in grado di imparare le regole per il gioco spesso avranno successo. Tuttavia, quando ciò accade, il loro comportamento è ancora molto diverso dagli altri bambini. Possono, ad esempio:

  • Diventare così rigidi che non possono far fronte ai cambiamenti nel numero di giocatori o nelle dimensioni del campo di gioco
  • Potresti avere difficoltà a giocare con i tuoi figli (i videogiochi possono diventare un’ossessione)
  • Concentrati troppo su un aspetto di un gioco senza effettivamente giocare o seguire il gioco.

Come insegnare un bambino autistico a giocare

Si può insegnare a un bambino autistico a giocare se non ha abilità di gioco? La maggior parte dei casi, sì. In molti casi, la risposta è sì.

Esistono molti approcci terapeutici che si concentrano principalmente sullo sviluppo e sulla correzione delle abilità di gioco. Anche genitori e fratelli possono partecipare al processo. Questi includono:

  • Giocare nel modo in cui lui gioca
  • Intervento di sviluppo delle relazioni
  • Il progetto di gioco
  • Terapia comportamentale applicata naturalistica

Queste tecniche sono tutte disponibili per genitori, insegnanti, terapisti e altri professionisti. Nessuno di questi metodi viene fornito con alcuna garanzia. Sebbene alcuni bambini con autismo possano sviluppare abilità di gioco, altri lo trovano difficile.

Il modo migliore per i genitori di iniziare è coinvolgere un terapista qualificato che possa istruire e fornire supporto.

Come aiutare un bambino autistico a parlare?

Molti genitori di bambini autistici hanno sentito dire che il loro bambino non parlerà fino all’età di 4 o 5 anni. Alcuni ricercatori hanno una visione più ottimistica.

I ricercatori hanno scoperto che il comportamento ripetitivo e gli interessi limitati dei bambini non erano importanti nello sviluppo del linguaggio. Questo è contrario alla credenza popolare. Hanno scoperto che i bambini con un QI più alto (misurato da test non verbali) e menomazioni sociali inferiori avevano maggiori probabilità di diventare verbali.Correlato:

Seguono alcune strategie che possono essere utilizzate per promuovere lo sviluppo del linguaggio negli adolescenti e nei bambini autistici:as

  1. Incoraggia tuo figlio a interagire e giocare socialmente
    Il gioco è un ottimo modo per i bambini di conoscere il mondo e sviluppare abilità linguistiche. Giocare con tuo figlio non è solo un’attività di legame, ma anche un modo divertente per comunicare. Dovresti concentrarti su attività che incoraggiano l’interazione sociale.
  2. Diventa l’imitatore di tuo figlio
    Incoraggerai tuo figlio a interagire e vocalizzare di più imitando i suoni e i comportamenti di tuo figlio. Puoi anche mimare tuo figlio, incoraggiando una maggiore interazione. Sii positivo e non lasciare che nulla si metta in mezzo!
  3. Dai a tuo figlio il tempo di rispondere
    Se tuo figlio non risponde subito alle tue parole, è normale che parli di nuovo per riempire il silenzio. Questo è un errore perché non concede a tuo figlio il tempo sufficiente per rispondere. Prenditi un momento per cercare movimenti o suoni, quindi rispondi immediatamente. Ciò consentirà a tuo figlio di sperimentare il potere della comunicazione, anche non verbale.
  4. È importante mettere al centro la comunicazione non verbale
    Molte persone non sono consapevoli che i gesti e il contatto visivo costruiscono le abilità linguistiche per il loro bambino. Quando fai gesti, è importante esagerare con il gesto. Quando comunichi, usa sia la tua voce che il tuo corpo. Per i bambini autistici, questa forma di “comunicazione totale” può trasformare le loro vite.

Come calmare un bambino autistico quando perde il controllo

Quando un bambino autistico perde il controllo, di solito vuol è una risposta emotiva all’essere sopraffatti e di solito questi eventi si chiamano crolli. È essenziale capire cosa sta realmente opprimendo un bambino autistico prima di poterlo calmare.

Fai riferimento ad alcuni dei migliori regali per bambini autistici per aiutarli a ridurre l’ansia.

Puoi prevenire i crolli identificando il grilletto. Puoi tenere traccia dei crolli tenendo un registro. Puoi anche fare cose per calmare il tuo bambino autistico se sta avendo un crollo. Ecco alcuni suggerimenti:

  • Crea una routine calma per i bambini autistici: anche se un crollo può prosciugare la loro energia, avere una routine stabilita potrebbe aiutarli a rilassarsi. La routine potrebbe includere musica o immagini che piacciono al bambino o una coperta con cui si sente a suo agio.
  • La sicurezza prima di tutto: una perdita di controllo può causare lesioni al bambino o alle persone che lo circondano. Ad esempio, i bambini con autismo potrebbero cadere o sbattere la testa. Potrebbero anche morderti o colpirti. Potrebbe essere saggio avere una strategia per proteggere tuo figlio durante queste situazioni.
  • Tieni un registro: annotare quando e dove si è verificato potrebbe aiutarti a prevenire futuri crolli. Potresti anche trovare utile tenere un diario. Questo ti permetterà di vedere i segni del crollo prima che si verifichino e ti aiuterà a iniziare una routine calma per attenuarli. Comprendere le cause dei crolli può aiutarti a prevenire che si verifichino.
  • Stai calmo. Non devi aggiungere stress o aggravare la situazione mentre tuo figlio sta avendo un crollo. Sebbene possano essere difficili, i crolli fanno parte dell’autismo. Puoi aiutarli imparando a gestirli e avendo un piano.
  • Usa oggetti: a volte, dispositivi calmanti come un fidgettoy possono aiutare ad alleviare i sintomi.
  • Sii logico. Non cercare di ragionare o parlare con tuo figlio durante una crisi di nervi. Stanno vivendo un momento stressante in questo momento e non possono essere ragionati finché non si sono calmati.

Sii sempre presente per tuo figlio. Sii calmo e mantieni il tuo viso neutrale.

Ulteriori informazioni sull’autismo

Un bambino o un adulto con disturbo dello spettro autistico può avere modelli di comportamento, interessi o attività limitati e ripetitivi, eventuali rischi o complicazioni (in motivi tecnici).

Possibili cause dell’autismo nei bambini

Il disturbo dello spettro autistico non ha un’unica causa. A causa della complessità e della variabilità dei sintomi, è probabile che le cause siano molteplici. Sia i geni che l’ambiente potrebbero svolgere un ruolo.

  • Genetica. Più geni sono implicati nel disturbo dello spettro autistico. Alcuni bambini con disturbo dello spettro autistico sono affetti da una malattia genetica come la sindrome dell’X fragile e la sindrome di Rett. I cambiamenti genetici (mutazioni) possono aumentare la probabilità di disturbi dello spettro autistico in altri bambini. Un altro gene può avere un impatto sullo sviluppo del cervello, sulla comunicazione cerebrale o sulla gravità. Alcune mutazioni genetiche vengono trasmesse, ma altre possono verificarsi naturalmente.
  • Fattori ambientali. I ricercatori attualmente studiano se virus, farmaci, complicazioni durante la gravidanza e inquinanti atmosferici possono avere un ruolo nell’innescare il disturbo dello spettro autistico.

Fattori rischio

Il numero di bambini con diagnosi di disturbo dello spettro autistico è in aumento. Non è chiaro se ciò sia dovuto a una migliore segnalazione e rilevamento, a un effettivo aumento dei casi o a entrambi.

Tutti i bambini sono affetti da disturbo dello spettro autistico, tuttavia alcuni fattori possono aumentare il rischio.

Questi fattori includono:

  • Sesso del bambino. I bambini maschi hanno circa quattro volte più probabilità delle femmine di sviluppare disturbi dello spettro autistico.
  • Storia famigliare. Le famiglie con un bambino con disturbo dello spettro autistico hanno maggiori probabilità di avere un altro figlio autistico. Genitori o familiari di bambini con disturbo dello spettro autistico possono avere qualche difficoltà a comunicare con gli altri o esibire determinati comportamenti tipici del disturbo.
  • Altre condizioni mediche. I bambini con diagnosi di disturbi dello spettro autistico o sintomi simili hanno un rischio superiore alla media. Puoi pensare alla sindrome dell’X fragile come a un disturbo ereditario che causa difficoltà intellettive; sclerosi tuberosa, che provoca tumori benigni nel cervello; o la sindrome di Rett, che è quasi esclusivamente una condizione genetica che colpisce maggiormente bambini di sesso femminile e causa di un rallentamento della crescita della testa, disabilità intellettive e perdita nell’uso delle mani.
  • Bambini estremamente prematuri. Il bambino nato prima delle 26 settimane può essere a maggior rischio di disturbo dello spettro autistico.
  • L’età dei genitori. Sono necessarie ulteriori ricerche per dimostrare questo collegamento.

Eventuali complicazioni

I problemi con le interazioni sociali, la comunicazione e il comportamento possono portare a:

  • Problemi a scuola e con successo nell’apprendimento
  • Problemi con il lavoro
  • Incapacità di vivere in modo indipendente
  • Isolamento sociale
  • Stress in famiglia
  • Vittimizzazione e bullismo

L’autismo è comune. I bambini autistici possono prosperare con le comunità giuste per il supporto. Ma un intervento anticipato può aiutare a ridurre le difficoltà che tuo figlio potrebbe incontrare.

Se necessario, personalizzare il trattamento per soddisfare le esigenze di tuo figlio può avere successo nell’aiutarlo a navigare nel suo mondo. Un team sanitario di medici, terapisti, specialisti e insegnanti può creare un piano per il tuo bambino.